logo Ufficiomarketing.it
MENU

Tecnologie | Post di Sbertani

Il futuro della telefonia mobile: cosa sono le eSIM

Il futuro è oramai scritto, vista la necessità dei produttori di ottimizzare gli spazi all'interno di dispositivi mobili sempre più piccoli e ridurre i costi di produzione e gestione delle "vecchie" schedine SIM di plastica.

Le eSIM, in altre parole le SIM virtuali, sono già tra noi. Ma cosa sono?

Cercando di semplificare sono dei minuscoli chip di memoria installati all'interno dei dispositivi mobili dove vengono archiviate alcune informazioni crittografate che permettono di dialogare con le varie reti di telefonia mobile cellulare. All'interno, al pari delle classiche SIM di plastica, si possono trovare, per esempio, il codice seriale ICCID che identifica univocamente la SIM alla quale è associato un numero di telefono, i classici codici di sicurezza Pin e Puk e i parametri tecnici per dialogare con la rete mobile. Le piccole tessere di plastica che abbiamo imparato a conoscere ed utilizzare, saranno ben presto archiviate: molti smartphone di ultima generazione già integrano questa tecnologia che permette, già oggi, di utilizzare sullo stesso smartphone due numeri telefonici anche di due operatori diversi (uno con la SIM tradizionale e uno attraverso una eSIM).

I vantaggi sono notevoli: le SIM virtuali permettono di cambiare operatore telefonico senza dover sostituire la schedina all'interno del nostro telefono. Pensiamo che, fino a pochi anni fa, venivano addirittura prodotte in diversi formati (SIM "normale", micro SIM o nano SIM) a seconda del modello e dell'età del dispositivo nel quale dovevano essere inserite.

Attenzione però: se oggi è possibile installare una eSIM in diversi modelli di iPhone è altrettanto vero che non tutti gli operatori italiani permettono di convertire una SIM tradizionale in una virtuale. Oltretutto la tecnologia è ancora in fase di "assestamento" e, a parte lo standard già adottato da Apple e Samsung insieme, altri grandi produttori potrebbero adottare protocolli differenti.

Detto questo, cosa potrebbe accadere tra qualche anno?
Accendendo uno smartphone di nuova generazione si potrà scegliere quale operatore utilizzare tra quelli disponibili sul nostro territorio, selezionare le varie tariffe e le promozioni disponibili in quel momento e sottoscrivere direttamente il contratto. Non dovremo attendere, o ritirare in un punto vendita, la relativa SIM in quanto tutte le informazioni verranno caricate (o meglio scaricate) in tempo reale nel chip della eSIM installata all'interno del nostro dispositivo. Non male vero?

In Italia, alla data di questo post, solo alcuni operatori permettono di acquistare una eSIM. L'offerta comprende generalmente la eSIM Carrier Activation (attivazione eSIM tramite operatore), il eSIM Quick Transfer (trasferimento rapido di una eSIM) e la possibilità di attivare la SIM virtuale attraverso una scansione di un classico QR Code o utilizzando l'app proprietaria del provider. Non è però possibile utilizzare contemporaneamente la stessa eSIM su diversi smartphone: per poter spostare la SIM su un altro smartphone è difatti necessario “sganciarla” dal precedente smartphone, rimuovendola così dal profilo dal dispositivo. La cancellazione non corrisponde alla disattivazione della linea telefonica, ma equivale solo alla rimozione dal dispositivo che la utilizzava fino a quel momento. E' invece possibile associare più eSIM ad un unico dispositivo, funzionalità come detto molto utile specialmente in ambito lavorativo.


Letture: 440 | Allegati: 0 | Commenti: 0
Aggiornato il 06-11-2022

Post per Categoria

Segui Ufficiomarketing.it sui social